Altri 5 regali per far felice un designer (ed. 2018)

by • 17 Dicembre 2018 • Focus, Libri, Risorse, StrumentiCommenti disabilitati su Altri 5 regali per far felice un designer (ed. 2018)2240

Cinque possibili regali cartacei — tra libri, magazine e taccuini — per rendere felice un designer.

Possono tornare ancora utili i cinque consigli segnalati l’anno scorso, nel 2017. E ci sono anche quelli del 2016 e quelli del 2015, tutti dedicati al modernismo.

 


 

La penna di Baron Fig

Nell’era digitale penne, matite, taccuini e agenda cartacee hanno acquisito sempre più valore. Se ne vendono sempre di più (la Moleskine in pochi anni ha raddoppiato il proprio fatturato). Su questa scia Il New York Magazine di recente ha stilato la classifica delle migliori 100 penne. Al primo posto la Squire Rollerball di Baron Fig.

Un regalo perfetto, da abbinare magari ai suoi curatissimi taccuini (che avevo consigliato anche l’anno scorso).

» sul sito di Baron Fig


 

La monografia di Lubalin

Per celebrare i 100 anni della nascita di Herb Lubalin, la casa editrice inglese Unit Editions ripubblica la monografia del 2012 — in edizione limita (2000 copie) — dedicata al celebre grafico e tipografo americano. Una monografia di 448 pagine che spazia su tutta la produzione pubblicitaria, tipografica ed editoriale di Lubalin.

Per rivedere alcuni dei lavori più celebri di Lubalin è possibile visitare il sito lubalin10.com realizzato dal centro studi a lui dedicato, presso la Cooper Union, lo Herb Lubalin Study Center.

» sul sito di Unit Editions


 

Le scatole di Hoppípolla

Hoppípolla si propone lo scopo di sostenere la cultura indipendente. Abbonandosi sul loro sito è possibile ricevere ogni mese una scatola a sorpresa con all’interno libri, riviste, illustrazioni e oggetti di design di vario tipo.

Sul sito è possibile vedere le scatole inviate nei mesi precedenti.

» sul sito Hoppípolla


 

Migrant Journal

Migrant Journal è una rivista che si propone di esplorare la migrazione in tutte le sue forme, quella delle persone, delle informazioni, degli animali e delle piante. Migrant è un progetto di Justinien Tribillon, Michaela Büsse e Dámaso Randulfe, curato, dal punto di vista grafico dallo studio Offshore.

Offshore ha anche realizzato l’inusuale font che accompagna la pubblicazione sia sul web che su carta.

» sul sito di Migrant


 

Atlas Obscura

Atlas Obscura nasce come sito web nel 2009, con l’obiettivo di creare un inventario di tutti i luoghi, le cose e le persone che suscita un senso di meraviglia e voglia di viaggiare. A prima vista potrebbe sembrare una guida di viaggio, ma molti dei luoghi segnalati non sono propriamente turistici.

Nel 2016 Atlas Obscura è divento un bellissimo un libro (disponibile anche in italiano), con centinaia di immagini, grafici e mappe di luoghi incredibili sparsi per il mondo.

» su Amazon

 

Pin It

Related Posts

Comments are closed.