La patatina senza ironia

by • 20 Ottobre 2014 • Advertising, Comunicazione, FocusComments (2)2495

Perché poi dicono che le femministe sono sempre arrabbiate, ce l’hanno con gli uomini, “e fattela ‘na risata che magari domani te sveji sotto a ‘n cipresso”.
Dopo aver creato claim innovativi e modernissimi come “ve la diamo gratis”.
La patatina.

Almeno avessero la raffinata ironia di un Siffredi, che riesce a interpretare con un gioco ben riuscito una caricatura voluta dello stereotipo, almeno. Almeno avremmo potuto ridere, con buona pace dei cipressi. E invece quelli dell’Amsterdam Chips, o chi per loro, hanno l’umorismo greve del conoscente che fa le battute oscene, ride e ti dà di gomito sul fianco – “l’hai capita ci’?” – ripetendo la loro genialata ogni volta a voce più alta.

“Mordi la patata” “Oggi ve la diamo gratis”.
Quale finezza, che interessante e matura allusione sessuale (ma c’è qualcuno oltre i sei anni che la chiama davvero patatina?); forse è un borgesiano esperimento di riscrittura del cliché, un’operazione troppo intelligente per essere capita?

Sta di fatto che “funziona”, o così sembra: una bella fila di persone fuori dal locale. E il pubblicitario di turno si convincerà che in fin dei conti misoginia e volgarità paghino ancora, scordandosi che invece è la parola magica, l’unica che smuove sempre le persone, ad aver fatto il miracolo. Cibo gratis. Gratis!

È il 2014 e mi tocca ancora leggere di cose del genere. Che non mi fanno incazzare in quanto donna: ce l’avrete tutte nel carnet l’uomo viscidone che vi avvicina pensandosi uomo di mondo e risultando laido. Mi fanno incazzare in quanto professionista. Perché chiunque abbia fatto questa cosa, questo claim, state tranquilli, considera le donne come oggetto di desiderio frustrato, ma ancora di più considera gli uomini come poco più che bestie, incapaci di discernimento minimo.

Anche questa volta le proteste non serviranno a granché: il locale è pieno, quindi ha funzionato. Con buona pace dei cipressi e delle femministe, come sempre.

 

patatine

Pin It

Related Posts

2 Responses to La patatina senza ironia

  1. Strega ha detto:

    livia, temo che tu non possa incazzarti come professionista perché questo sottointenderebbe il fatto che sia stato creato da un collega. e invece, nella migliore delle ipotesi, è opera di un pr da discoteca di provincia. sono battaglie fondamentalmente perse perché, alla base di tutto, c’è la commintenza che avalla questo tipo di comunicazione.