Elezioni Europee al centro delle conversazioni su Facebook: Italiani e Tedeschi i più attivi

by • 19 Maggio 2014 • Social e dintorniComments (0)834

Facebook svela oggi come gli Europei hanno interagito sul social network durante il dibattito TV fra i cinque candidati alla Presidenza della Commissione Europea, in onda ieri sera in eurovisione direttamente dalla sede del Parlamento Europeo di Bruxelles. Gli Italiani e i Tedeschi risultano i più attivi: nei rispettivi Paesi, infatti, l’hashtag ufficiale della diretta TV – #Telleurope – è entrato nella classifica degli argomenti più discussi su Facebook.

Banche, Lobby e Referendum sono stati gli argomenti che più hanno acceso gli animi degli Europei, soprattutto degli uomini tra i 25 e i 44 anni di età, categoria più attiva su Facebook ieri sera.  Il settore bancario, in particolare, è stato al centro dell’attenzione delle donne tra i 25 e i 44 anni, Lobby, l’argomento più discusso tra gli uomini under35 mentre il tema Referendum è stato l’oggetto di discussione principale degli uomini over45.

Facebook ha inoltre stilato la classifica dei 5 candidati sulla base del numero di menzioni ricevute: Ska Keller si aggiudica il primo posto, seguita da Martin Schulz, Alexis Tsipras, Guy Verhofstadt e infine  Jean-Claude Junker. Nonostante Martin Schultz abbia molti più fans su Facebook di  Alexis Tsipras, entrambi sono stati i candidati che hanno generato più engagement  con 120.000 interazioni ciascuno.

La Pagina Facebook del dibattito Eurovision Debate ha visto accrescere sensibilmente il numero di fans nelle 24 ore precedenti la diretta. L’Italia il Paese da cui proviene il numero maggiore di fan, seguita da Spagna, Belgio, Portogallo e Germania. Il 20% di chi ha cliccato Mi Piace sono uomini tra i 25 e i 34 anni.

Questi dati confermano come Facebook, e Internet in generale, stiano diventando il luogo privilegiato dove i cittadini italiani ed europei si informano e si confrontano sui temi legati all’attualità e allo scenario politico ed economico e, allo stesso tempo,  un’opportunità senza precedenti per le Istituzioni e i Governi di avvicinarsi ai cittadini, attraverso nuovi strumenti che consentono una conoscenza immediata e più ampia del loro pensiero e delle loro necessità e priorità, e che favoriscono un dialogo diretto e una maggiore partecipazione nella comunicazione democratica.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.