Lite tra i creatori del Gotham, Frere-Jones fa causa a Hoefler

by • 18 Gennaio 2014 • Focus, Segnalazioni, TipografiaComments (0)1267

La Hoefler & Frere-Jones è uno dei maggiori studi di type design del mondo. Creatori di alcuni dei caratteri più famosi degli ultimi vent’anni. Dal Gotham, diventato poi il carattere delle campagne presidenziali di Obama (il suo rivale Romney usò sempre una font della HFJ, il Mercury), alle font per GQ e Wired. Tra i clienti dello studio figurano alcune delle maggiori riviste e agenzie e alcuni dei maggiori quotidiani, dal Guardian, al New York Times, passando per il Wall Street Journal e il Washington Post. Anche il carattere del logo de l’Espresso è opera loro.

La notizia di pochi giorni fa, riportata dal magazine online Quartz e ripresa poi da altri siti di news, è che Frere-Jones va via e fa causa a Hoefler. E la notizia nella notizia (almeno per me) è che lo studio era di Hoefler e non di Frere-Jones.

Frere-Jones e Hoefler si erano uniti nel 1999. Nella fusione Frere-Jones aveva acconsentito alla cessione dei diritti delle font create in precedenza alla nuova società, font già molto note come il Whitney, con la promessa di ricevere in cambio il 50% dello studio. La promessa di Hoefler non è mai stata mantenuta facendo sentire Frere-Jones tradito e sfruttato, come si può leggere nel pdf, in Arial, della denuncia.

La riposta di Hoefler non tarda e sul sito dello studio appare un comunicato stampa che definisce Frere-Jones “a longtime employee of The Hoefler Type Foundry” che la dice lunga sullo stato delle cose. Anche perché se si pensa alle apparizioni pubbliche, alle interviste (come quella nel documentario Helvetica) sempre in coppia, al nome dello studio stesso che portava i cognomi di entrambi dall’esterno sembra difficile pensare a Frere-Jones come a un semplice dipendente. Staremo a vedere se quella di Frere-Jones è stato solo un fraintendimento o quella di Hoefler una furbizia. Da oggi, Hoefler & Frere-Jones diventa Hoefler & Co.

Pin It

Related Posts

Comments are closed.