Convergenze pericolose. Giornalisti e comunicatori online un’unica professione? #ijf13

by • 27 Aprile 2013 • Lavoro, Personal Branding, RisorseComments (0)1302

Un altro panel interessante si è svolto ieri, 26 aprile 2013, al Festival Internazionale del Giornalismo 2013, incentrato sulla nascita di una nuova figura professionale: il “professionista della comunicazione”. Con ottimi spunti anche sul personal branding.
E’ la nascita della professione liquida, come spesso teorizzato non solo da me?

Giornalisti e comunicatori sul Web utilizzano gli stessi strumenti e condividono le stesse competenze: saper dialogare sui social network, produrre contenuti, saper gestire la viralità, avere capacità di ascolto e di interazione. Si afferma sempre più una figura unica di “professionista della comunicazione”, in grado di lavorare sui due fronti. Se questo, da una parte, rappresenta una risorsa dal punto di vista professionale e di occasione di lavoro, dall’altra rappresenta un cortocircuito fra giornalismo e comunicazione aziendale. Quali sono i confini e quali i rischi?

Con Daniele Chieffi giornalista e scrittore,  Luca Conti fondatore pandemia.info, Carola Frediani co-fondatore effecinque.org,Manuela Kron direttore corporate affairs Nestlé e con la preziosa partecipazione di  Anna Masera social media editor La Stampa.

[youtube]http://youtu.be/GQmHPnkAdRs[/youtube]

Pin It

Related Posts

Comments are closed.