La fotografia è roba da uomini

by • 9 Novembre 2010 • Advertising, ComunicazioneComments (21)3627

Aggiornamento

Campagna del 2010, felicemente combattuta e vinta.
Nikon D700 e Roomba, una storia a lieto fine?

Un’altra segnalazione per un #failadv da rimanere senza parole: questa volta si tratta di un mailing elettronico.

Da buona fotografa e nikonista, sono iscritta alla newsletter della casa madre. Da qualche tempo stavo pensando di fare l’upgrade della mia vecchia digitale e passare al full-frame; ovviamente l’oggetto del desiderio è l’ammiraglia Nikon D700.

Qualche giorno fa mi arriva una mail che promuove un’offerta associata all’acquisto della suddetta macchina fotografica.

Registrando la tua nuova Nikon D700 Ufficiale Italia sul sito www.nital.it acquistata entro il 15.01.2011, riceverai gratuitamente a casa iRobot Roomba 555*.
È un’occasione fantastica per regalarti l’esclusivo robot aspirapolvere che pulisce da solo la casa e che assicura la pulizia totale di qualsiasi superficie, fino all’ultimo granello di polvere!

Interessante: se compri l’ammiraglia della Nikon ti danno un aspirapolvere (tipo l’accoppiata materasso/pentole delle telepromozioni).

Ma la il dettaglio che mi ha lasciata senza parole, e che mi ha fatto perdere ogni desiderio di acquisto, è la scritta sulle mani dei bambini.

Cosa sta comunicando la Nikon? Che la fotografia è un lavoro da uomini (“papà è con la D700“), e che le donne al massimo possono stare in casa a pulire (“mamma è con Roomba“).

Come per lo spot della Megane temo che la Nikon rischi di perdere una buona fetta di clienti al femminile.
Si poteva giocare in tanti modi l’ironia di questa strana accoppiata di prodotti (pulizia del sensore, foto nitide, chissà se leva la grana) e invece si è caduti sullo stereotipo.

Sinceramente non so cos’altro aggiungere.
Che sia ora di passare a Canon?

Pin It

Related Posts

21 Responses to La fotografia è roba da uomini

  1. Maurizio Camagna ha detto:

    È il momento di prendere una Canon. Imbarazzante promozione.
    (C’è anche da dire che la D700 è lungi da esser l’ammiraglia, eh… è una cosa molto consumer e pure vecchiotta).

  2. valentina cinelli ha detto:

    hai ragione mau :)
    è che per me rimane una macchina nikon relativamente abbordabile come prezzi :)

  3. {°)) ha detto:

    Come detto altrove, io se fossi il signor Nikon farei fuori lo staff marketing e comunicazione ita prima di subito ;)
    Avendo un corredino nutrito non passerò a Canon, per ora.
    Ma chissà ;)

  4. margotta ha detto:

    probabilmente canon utilizza le stessa campagne in tutta europa, a differenza di nikon che tramite nital le adatta. per quanto mi faccia incazzare questo adv, purtroppo non mi sorprende. basti pensare alla concezione della donna che abbiamo ancora in questo paese. e non è neppure da dire che sia colpa di pubblicitari uomini.
    per quanto mi riguarda sono nata nikonista e probabilmente lo resterò. di sicuro da zia nital non comprerò più niente. solo garanzia europea e stop.

  5. mauro ha detto:

    scusa, vuol dire papà è felice con la d700, e mamma è isterica ( visto il disegnino ) con roomba???? :D

  6. valentina cinelli ha detto:

    avevo notato anche io lo smile giallo (solare) e la mamma nera e scapigliata (isterica)… sempre peggio…

  7. margotta ha detto:

    la mamma in realtà è una strega :D

  8. m.n. ha detto:

    mmm… se c’è una cosa da bocciare in questo volantino sono i due simboletti maschio/femmina che hanno messo lassù in cima…e che m’inquietano un attimo…. !!!
    per il resto non mi sento granché offesa all’idea di comprare a mio marito un regalo di natale come quello (come dici tu stessa, la D700 è pur sempre la D700!), e contemporaneamente autoregalarmi un elettrodomestico che altrimenti mi costerebbe credo sui 400 euro……..a caval donato…no?? J

  9. mauro ha detto:

    io scommetto che se mia moglie dovesse mai ricevere in regalo un aggeggio come il roomba sarebbe solo contenta…

    meno ore da pagare alla donna delle pulizie (felice io, felice lei), e al prossimo viaggio avremmo oltretutto un gran bel giocattolino con cui divertirci per le nostre foto ricordo (felice io, felice lei!) :)))

  10. valentina cinelli ha detto:

    beh… cari m.n. e mauro, non state facendo altro che confermare lo stereotipo.

    perché è la donna a essere contenta per l’aspirapolvere, mentre l’uomo per la d700, giusto?

    guardate che bastava poco, magari dire che è un regalo per tutta la famiglia (come giustamente dice mauro: le foto delle vacanze) e che casa sarebbe stata più pulita per tutti, senza distinzione fra mamma e papà con i rispettivi ruoli stereotipati, appunto…

    anche perché, nel mio caso, in famiglia sono io che fotografo, e mi piacerebbe che il mio compagno aiutasse in casa (invece di pagare la donna delle pulizie o comprare altri aggeggi elettronici)…

    glie lo dite voi ai creativi? ;)

  11. Ciro ha detto:

    leggo l’articolo, guardo la promozione, leggo gli ultimi commenti e mi sento catapultato negli anni 60 in una puntata di Mad Men.
    Qui signori facciamo contenti mamma con aspirapolvere e donna delle pulizie e papà con macchina fotografica e bottiglia di whisky. Non è che questi creativi guardano troppa tv?

  12. margotta ha detto:

    perché ovvio. le pulizie sono faccende SOLO da donne, mentre le passioni come la fotografia sono da uomini?

    grazie per aver confermato ancora una volta il pregiudizio sempre più italiano che le donne devono essere solo PULIZIE, CUCINA e BAMBINI. :)

  13. Alessandro Nasini ha detto:

    Sarà come dite, ma io ho interpretato la pubblicità in senso ironico e tutt’altro che maschilista.

    Il richiamo allo stereotipo è talmente evidente da non lasciare adito a dubbi, a meno che non si voglia montare un caso per partito preso

    Lo dico serenamente, da nikonista e – udite udite – felice possessore di Roomba.

  14. margotta ha detto:

    alessandro trovo triste il fare campagne ancora a partire dagli stereotipi.
    vuol dire non avere idee, non saper guardare oltre.

  15. Marco ha detto:

    …io di ironico ci vedo davvero poco…soprattutto in un clima generale italiano dove le discriminazioni iniziano ad essere davvero inquietanti..
    Da Nikonista, e soprattutto da persona che crede che l’Italia debba essere una nazione più moderna e meno sessista, mi sento di protestare per quella che ritengo essere una campagna pubblicitaria medievale, ottusa e sgradevole.
    Questa è la mia mail inviata a Nikon, e seguirà ogni giorno una mail con meravigliose foto di eccellenti fotografe…

    Gentile Nikon,

    chi vi scrive è un vostro affezionato cliente, tanto affezionato da spendere migliaia di euro ogni anno in prodotti Nikon.

    Mi onoro di definirmi un NIKONISTA, ed in quanto tale mi sento profondamente offeso dalla comunicazione che avete scelto per la vostra promozione natalizia.

    La ritengo una campagna volgarmente sessista, profondamente offensiva nei confronti delle donne, in particolare nei confronti delle eccellenti donne fotografo, soprattutto di quelle che usano e rispettano i vostri prodotti.

    Non vi farò la lista delle meravigliose foto, scattate da DONNE, che hanno influenzato il mio percorso fotografico, ma al suo posto vi invierò ogni giorno una di queste foto, sicuro di farvi cosa gradita, affiancata alla vostra campagna pubblicitaria natalizia… Spero che le due immagini messe a confronto riescano a farvi rendere conto di quanto sgradevole sia l’immagine di papà che immortala con la sua nuova D700 la mamma nell’unico ruolo che pare le riserviate, il momento delle pulizie…

    Definirsi Nikonisti non è solo un fatto di scelta di attrezzatura, è riconoscersi nei valori di una azienda, e certo oggi mi sento un po’ meno Nikonista di prima.

    Spero riusciate a capire quanto sbagliato sia il messaggio che state passando e che vogliate fare presto marcia indietro, scusandovi con tutti i vostri clienti che state offendendo, ed iniziando a valorizzare uomini e donne nella stessa identica maniera.

    Cordiali saluti
    Marco Moretti

  16. valentina cinelli ha detto:

    Marco… ti ringrazio infinitamente per il tuo commento e per la tua iniziativa.
    Mi permetto di riportarla qui sotto con il link alla tua pagina di flickr, affinché chiunque possa conoscerla e partecipare…

    Protesta contro la campagna natalizia NIkon

    Protesta contro la campagna natalizia Nikon

  17. Marco ha detto:

    grazie a te per l’interesse, io non sono uno che protesta per qualsiasi cosa, ma quando una azienda come la Nikon, che io rispetto e foraggio da molti anni, si permette di usare certi toni volgari, non me la sento proprio di accettare in silenzio…

  18. degra ha detto:

    come ho già detto da un’altra parte: e pensare che sarebbe bastato così poco a dare una d700 ad entrambi “mentre al resto pensa rooomba”…

  19. Redazione Tiragraffi ha detto:

    includo una delle discussioni che si sono create intorno all’argomento su friendfeed